About me | Rita Tabacchi

Ho cominciato ad avere passione per la cucina da ragazzina quando facevo “fuga” da scuola. Mi nascondevo nei sedili della macchina di mio padre! Sapevo che doveva andare in giro per l’Italia e io volevo andare con lui. Restavo ferma fino a metà strada, poi quando le gambe mi facevano male saltavo fuori! La prima volta che L’ho fatto abbiamo rischiato (bambini non fatelo assolutamente) .. poi passata sul sedile posteriore gli spiegavo, molto ruffianamente, ma era anche la verità, che volevo stare con lui!

Ricordo che quella mattina la direzione era Piacenza!

Prima mi portò in giro per lavoro, tra l’altro in un allevamento di maiali bellissimo (mio papà faceva riscaldamento per industrie e zoologiche) e poi a pranzo insieme in un posto meraviglioso!

Mangiai per la prima volta il risotto alla parmigiana con una crema celestiale al parmigiano finito con due o tre gocce di balsamico! Rimasi estasiata, tanto che tornati a casa, lo raccontai a mia madre che si cimentò alla domenica in questo.. prese acqua, sale, riso che condì con burro e formaggio e VOILÁ!

((((( vi lascio immaginare la mia faccia ))))

Quindi chiesi a mio papà di riportarmi in quel ristorante perché volevo imparare a farlo uguale a loro!

Ricordo ancora la gioia, lo stupore di quel cuoco (perché allora si chiamavano cuochi) quando gli chiesi di imparare a fare il loro risotto. Mi mise il grembiulone tutto arrotolato in vita perché ero piccola (avevo 9 anni) e mi fece entrare nel posto delle meraviglie!

Adesso la cucina io me la ricordo enorme, ma se ci rifletto avrà avuto una dimensione normale, solo che io la vedevo magica, proprio con gli occhi da bambina!

Scalogno tagliato sottile, soffritto dolcemente nel burro, il profumo che c’era nell’aria mi inebriava…

 

poi il riso buttato dentro sfumato con del vino bianco, allungato pian piano con un brodo vegetale che trasmetteva l’odore del L’orto fresco. Più ne aggiungeva più diventava una crema perché il riso rilascia l’amido, ad un certo punto ci mise dentro il parmigiano e saltandolo all’onda, me lo appoggia cremoso in questo piatto di porcellana bianca e ci fa cadere due o tre gocce di balsamico!

Io a vederlo non me lo sono più dimenticata e l’ho rifatto uguale e continuo a crearlo così .. fu una soddisfazione unica riuscirci a casa!

La mia passione per la cucina… ecco è nata così!

Rita Tabacchi

 

 

 

 

Ph: pixabay

Condividi

About

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *