Vacanze, si parte!!!!

Come avevamo già parlato nei mesi scorsi per prepararci all’estate, il sole è bello anche per questo.. ci regala quel colore luminoso e abbronzato, che ci fa sentire più belle.
Prepararsi all’esposizione solare con un percorso di solarium e scrub che mantengono la pelle ossigenata è la cosa più importante, ma capisco che appena arriva il caldo non vediamo l’ora di scoprire le gambe e vederle belle scure!
L’obiettivo estetico non deve farci dimenticare che prenderci cura della pelle ci aiuta  a mantenere di più l’abbronzatura senza ustioni ad evitare le macchie scure al rientro dalle vacanze!!
Una cosa è certa: vale la regola del prevenire è meglio che curare! Una volta preso il sole violentemente e le macchie iniziano a formarsi sul nostro decollette c’è poco da fare, bisogna ricorrere a trattamenti medicali come peeling e laser da fare in determinati periodi dell’anno (ottobre-marzo) perché poi la pelle sarà più soggetta all’esposizione solare.
Percorsi che ci rendono belle partono per tempo ed evitano soluzioni drastiche che ci stressano tanto e qui entrano in gioco i miei consigli..
  • un percorso con solarium, aiuta la pelle ad abituarsi ai raggi ultravioletti del sole
  • lo scrub, toglie le impurità della pelle e aiuta ad abbronzarsi più facilmente
  • protezioni estreme che ci proteggono dalle ore più dannose
Su questo ultimo punto vorrei spendere due parole in più. Se avete dubbi sull’SPF da usare, optate sempre per la protezione con SPF più alto e applicatela più volte al giorno non perchè voglio farvi tornare bianche, ma voglio mantenere la vostra pelle bella anche dopo la vacanza.
Non pensare che scegliere una protezione ad altissima protezione non ti faccia diventare nera. Puoi stare al sole 50 volte in più rispetto a chi si spalma l’accelleratore di melanina.
Vi consiglio quindi due protezioni della linea Exuviance che proteggono in vacanza ma anche in città, così da essere pronte e vivere il sole come alleato e non come un nemico!
Foto di copertina: pixabay
Condividi

About

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *